Conversioni
 

Neoformazioni benigne dei mascellari

NEOFORMAZIONI BENIGNE DEI MASCELLARI

Chirurgia orale

I tumori benigni dei mascellari sono una vasta entità clinicopatologica
caratterizzata da una moltitudine di istotipi diversi.

L’INTERVENTO CHIRURGICO

In quanto tumori benigni tendono a restare localizzati nell’organo d’origine, senza dar luogo a fenomeni metastatici.

Non devono essere tuttavia sottovalutati per via dell’alto tasso di recidiva di alcuni istotipi (in particolar modo l’ameloblastoma e il tumore di pindborg).

La localizzazione preferenziale è l angolo mandibolare ma possono trovarsi occasionalmente in qualunque porzione delle ossa mascellari.

Sono solitamente asintomatici e spesso reperti occasionali in seguito ad indagini radiologiche eseguite per motivazioni odontoiatriche.

Possono presentarsi come lesioni osteolitiche simil cistiche, come lesioni miste a vetro smerigliato, o come lesioni osteoaddensanti.

Gli istotipi più frequenti sono ameloblastoma, tumore di pindborg, fibroma odontogeno, mixoma odontogeno, fibromixoma odontogeno, odontoma complesso o composto.

La terapia è sempre chirurgica, e prevede solitamente l enucleazione del tumore senza necessità di ricostruzione.

In caso di tumori più estesi può rendersi necessaria la resezione di porzioni dello scheletro facciale e la ricostruzione con innesti o lembi rivascolarizzati.